Dieta Blog

Dimagrire con i funghi secchi

image

Secondo alcune ricerche i funghi, se tenuti al sole, oltre ad essere fonte di vitamina D utile alle ossa, sono anche un ottimo aiuto per dimagrire.

I funghi infatti sono poveri di calorie (circa 26 per 100 grammi di prodotto) e ricchi di fibre (circa 2 grammi e mezzo per 100 grammi di prodotto), pertanto aiutano in una dieta per il controllo del peso ed in tutte quelle situazioni dove l'apporto di fibra richiesto deve essere importante.

Cucinare funghi secchi, di qualunque specie commestibile, non solo i costosi porcini per intendersi (cucinandoli non perdono il loro prezioso contenuto di vitamina D)  quindi, oltre che piacevole, puo aiutare a mantenersi in forma ed in salute. 

Fonti:

http://www.inran.it/646/tabelle_di_composizione_degli_alimenti.html?idalimento=006030&quant=100

Funghi, al sole per 60 minuti diventano integratori di vitamina D (e fanno dimagrire)

The Vitamin D Solution: A 3-Step Strategy to Cure Our Most Common Health Problems di  Michael F. Holick




L'autore del post è la Dott.ssa Claudia Lo Conte, dietista con studio in Prato. L'esperienza decennale e la passione per i dettagli del suo lavoro la rendono capace di elaborare :

- Diete davvero personalizzate (su prescrizione medica) per la singola persona sana o con patologie: adulti, ragazzi o bambini; sovrappeso, magrezza, dislipidemie, ipertensione, diabete;
- Piani Nutrizionali per Enti Pubblici o strutture private: Comuni, Case di Riposo, Asili Nido, Centri per disabili mentali i fisici, Aziende di ristorazione.
I suoi elaborati sanno sempre coniugare le esigenze di gusto con quelle organizzative, nutrizionali ed igieniche, trovando spesso soluzioni davvero originali e personalizzate.
Potete contattarla via email.
Clicca qui per vedere le foto ed il suo profilo professionale.

Dieta, abitudini alimentari da non dimenticare

 

abitudini_alimentari_per_dieta_perfettaedited

Questi sono i principi basilari  che indico ai miei pazienti nel piano dietetico

:

- non saltare i pasti: non aiuta a dimagrire più velocemente

- non saltare la colazione: tra gli individui che non fanno colazione c'è un maggior livello di sovrappeso !

- non usare obbligatoriamente prodotti light

- non eliminare completamente i cibi preferiti: ogni alimento e permesso, dipende tutto da quanto se ne mangia, con che frequenza ed in quale momento della giornata lo si mangia !

- non eliminare i carboidrati (pane e pasta) 

- non bere bibite 

- non affamare l'organismo

- cercare uno stile di vita più sano che comprenda vita all'aria aperta, movimento ! 

Post ispirato da questo post sull huffingtonpost.it
Foto https://www.flickr.com/photos/purplesherbet/





L'autore del post è la Dott.ssa Claudia Lo Conte, dietista con studio in Prato. L'esperienza decennale e la passione per i dettagli del suo lavoro la rendono capace di elaborare :

- Diete davvero personalizzate (su prescrizione medica) per la singola persona sana o con patologie: adulti, ragazzi o bambini; sovrappeso, magrezza, dislipidemie, ipertensione, diabete;
- Piani Nutrizionali per Enti Pubblici o strutture private: Comuni, Case di Riposo, Asili Nido, Centri per disabili mentali i fisici, Aziende di ristorazione.
I suoi elaborati sanno sempre coniugare le esigenze di gusto con quelle organizzative, nutrizionali ed igieniche, trovando spesso soluzioni davvero originali e personalizzate.
Potete contattarla via email.
Clicca qui per vedere le foto ed il suo profilo professionale.

La sensibilità al glutine

sensibilità al glutine dietablog

Si fa un gran parlare della gluten sensitivity, ossia sensibilità al glutine nelle persone non celiache.


Pare infatti che alcuni, pur avendo diagnosi negativa di celiachia, trovino beneficio dall'eliminazione del glutine dalla loro dieta.

Molto utile verificare la posizione di AIC (Associazione Italiana Celiachia) a questo proposito, visto che ad oggi non vi sono ancora molte certezze

http://www.corriere.it/salute/nutrizione/12_aprile_13/celiachia_sensibilita_glutine_aic_ca31306a-853d-11e1-8bd9-25a08dbe0046.shtml
Foto:http://www.flickr.com/photos/wonderlane/



L'autore del post è la Dott.ssa Claudia Lo Conte, dietista con studio in Prato. L'esperienza decennale e la passione per i dettagli del suo lavoro la rendono capace di elaborare :

- Diete davvero personalizzate (su prescrizione medica) per la singola persona sana o con patologie: adulti, ragazzi o bambini; sovrappeso, magrezza, dislipidemie, ipertensione, diabete;
- Piani Nutrizionali per Enti Pubblici o strutture private: Comuni, Case di Riposo, Asili Nido, Centri per disabili mentali i fisici, Aziende di ristorazione.
I suoi elaborati sanno sempre coniugare le esigenze di gusto con quelle organizzative, nutrizionali ed igieniche, trovando spesso soluzioni davvero originali e personalizzate.
Potete contattarla via email.
Clicca qui per vedere le foto ed il suo profilo professionale.

Perdere peso dopo il periodo natalizio

dieta dopo feste di natale

Se dopo le feste natalizie si è accumulato qualche chilo, è necessario fare attenzione ai seguenti punti:

1 l'alimentazione:

attenzione ad evitare i cosiddetti cibi spazzatura, maionesi, sughi pronti, snack, piatti precucinati, patatine fritte, cibi da fast food;
non saltare la colazione e fare in modo che sia sana ed adeguata (piuttosto abbondante);
fare un piccolo spuntino a metà mattina e metà pomeriggio (es un frutto);
non saltare i pasti principali (pranzo e cena),facendo attenzione a seguire la piramide e le linee guida dell'INRAN;
ricordare che la cena deve essere leggera;
non dimenticare di consumare 4-5 porzioni al giorno di vegetali (es 2-3 frutti e 2 porzioni di verdura);
bere abbondanti quantità di acqua ed evitare alcolici e bevande gassate e succhi di frutta (anche quelli senza zucchero aggiunto);
NB: ATTENZIONE A NON ECCEDERE CON LA FRUTTA SECCA (che è molto calorica!)

2 l'attività fisica:
che deve essere presente ogni giorno, basta scegliere tra una camminata di circa 30 minuti, andare in bicicletta, ballare, fare ginnastica, nuotare o quant'altro.
In alternativa si può decidere di frequentare un corso in palestra, per cui bisogna tenere presente che l'allenamento deve avvenire almeno 3 volte a settimana, abbinando gli altri giorni in cui non si va in palestra, almeno 30 minuti di camminata




L'autore del post è la Dott.ssa Claudia Lo Conte, dietista con studio in Prato. L'esperienza decennale e la passione per i dettagli del suo lavoro la rendono capace di elaborare :

- Diete davvero personalizzate (su prescrizione medica) per la singola persona sana o con patologie: adulti, ragazzi o bambini; sovrappeso, magrezza, dislipidemie, ipertensione, diabete;
- Piani Nutrizionali per Enti Pubblici o strutture private: Comuni, Case di Riposo, Asili Nido, Centri per disabili mentali i fisici, Aziende di ristorazione.
I suoi elaborati sanno sempre coniugare le esigenze di gusto con quelle organizzative, nutrizionali ed igieniche, trovando spesso soluzioni davvero originali e personalizzate.
Potete contattarla via email.
Clicca qui per vedere le foto ed il suo profilo professionale.

Dieta per pancia : misurare e far calare la pancetta

La dieta per far dimagrire la pancia ha importanti risvolti in termini di salute

misurare la pancetta Vita sedentaria, troppi grassi e troppe calorie (con pochi vegetali: frutta e verdura), insieme all'eccesso di alcool e, talvolta a fattori genetici, portano negli anni ad un eccessivo deposito di grassi sull'addome (grasso viscerale), quello che viene comunemente detto pancia o " pancetta ".
Questo grasso che si deposita sull'addome ha la funzione di produrre ormoni che, nel tempo, possono causare insulino-resistenza con conseguenze importanti quali:
1. Diabete: cioè valori alti di zuccheri nel sangue (glicemia)
2. Ipertensione: cioè valori alti di pressione
3. Dislipidemia. cioè valori alti di colesterolo e/o di trigliceridi

Per capire se si ha troppo grasso addominale, la pancetta, basta un semplice metro da sarta con cui misurarsi la circonferenza vita che non deve superare per le donne: 88 cm e per gli uomini: 102 cm.
Una volta verificata la propria circonferenza vita (la pancia), se questa fosse uguale o maggiore rispetto ai valori sopra indicati, occorre iniziare una dieta certamente modificando la propria alimentazione e iniziando a fare un po di movimento (bene anche camminare!!)



L'autore del post è la Dott.ssa Claudia Lo Conte, dietista con studio in Prato. L'esperienza decennale e la passione per i dettagli del suo lavoro la rendono capace di elaborare :

- Diete davvero personalizzate (su prescrizione medica) per la singola persona sana o con patologie: adulti, ragazzi o bambini; sovrappeso, magrezza, dislipidemie, ipertensione, diabete;
- Piani Nutrizionali per Enti Pubblici o strutture private: Comuni, Case di Riposo, Asili Nido, Centri per disabili mentali i fisici, Aziende di ristorazione.
I suoi elaborati sanno sempre coniugare le esigenze di gusto con quelle organizzative, nutrizionali ed igieniche, trovando spesso soluzioni davvero originali e personalizzate.
Potete contattarla via email.
Clicca qui per vedere le foto ed il suo profilo professionale.

Dieta dopo le vacanze estive

dieta dopo le vacanze

Se dopo le vacanze si è accumulato qualche chilo,è necessario nella dieta fare attenzione ai seguenti punti :

 

  1. l'alimentazione:
    • fare attenzione ad evitare i cosiddetti cibi spazzatura, maionesi, sughi pronti, snack, piatti precucinati, patatine fritte, cibi da fast food;
    • non saltare la colazione e fare in modo che sia sana ed adeguata (piuttosto abbondante);
    • fare un piccolo spuntino a metà mattina e metà  pomeriggio (es un frutto);
    • non saltare i pasti principali (pranzo e cena),facendo attenzione a seguire la piramide e le linee guida dell'INRAN;
    • ricordare che la cena deve essere leggera;
    • non dimenticare di consumare 4-5 porzioni al giorno di vegetali (es 2-3 frutti e 2 porzioni di verdura);
    • bere abbondanti quantità di acqua ed evitare alcolici e bevande gassate e succhi di frutta (anche quelli senza zucchero aggiunto);
    • NB: ATTENZIONE A NON ECCEDERE CON L'UVA che è molto zuccherina: l'uva va pesata, per cui ricordare che una mela equivale a circa 130 grammi di uva (8-10 chicchi di uva da tavola!)

    [Continua a leggere]

  2. Dieta e vitamina C

      peperoni

    Vitamina C dai peperoni e non dalle solite arance ricordiamocelo!

    Nel corso dell'ultimo convegno organizzato a Pescia IL 18 FEBBRAIO presso l'Istituto Agrario, è emerso che un alimento a cui normalmente non si pensa quando si vuole assumere vitamina C è il peperone, non la solita arancia, e tra l altro dovrebbe essere mangiato crudo, se lo si digerisce!

    [Continua a leggere]

    Altri articoli










     

     
    Copyright dietablog.it Disclaimer: Questo blog non costituisce una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. dietablog.it non e' collegato ai siti recensiti e non e' responsabile per i loro contenuti. In particolare l'autore non ha alcuna responsabilita' per i siti segnalati; il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualita', contenuti e grafica e' declinata ogni responsabilita'. L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti che siano lesivi dell'immagine o dell'onorabilita' di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima. Le foto presenti sul sito sono state cedute da archivi privati, uffici stampa, o scaricate da Internet e ritenute quindi di pubblico dominio. Se gli autori desiderano chiederne la rimozione, e' sufficente scrivere via email al responsabile del sito.
    Le informazioni riportate in questo blog hanno OVVIAMENTE carattere puramente divulgativo ed informativo; non sostituiscono la consulenza medica; Pertanto eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori del blog, sulla base delle informazioni e delle notizie qui riportate sono OVVIAMENTE assunte in piena autonomia decisionale ed a loro rischio.
    BlogCFC was created by Raymond Camden. This blog is running version 5.8.001.