Archivi categoria: dieta e frutta

Le Ciliegie: Proprietà e Benefici ,calorie e valori nutrizionali

Ciliegie: Proprietà e Benefici ,calorie e valori nutrizionali

Le ROSSE CERASE … DA CANDIDI FIORI…
Le cerase o ciliegie,  dolci gocce di un rosso intenso, dal delizioso  sapore, rimandano il pensiero ad un proibito “peccato di gola” da concedersi solo  saltuariamente, con moderazione, lasciandoci  con l”acquolina in bocca! …. MA cosi non è.
La ciliegia infatti  ha solo 38 kcal e 9 grammi di zucchero su 100 g di prodotto (al netto degli scarti), mentre ad esempio la mela  fornisce circa  45 kcal  e 11 g di zuccheri.
La ciliegia poi, ricca di acqua, apporta anche  potassio, calcio, fosforo, fibre  e vitamine come la vitamina C. Continua la lettura di Le Ciliegie: Proprietà e Benefici ,calorie e valori nutrizionali

Dieta e frutta si, ma con moderazione !

Dieta e frutta si, ma con moderazione: mi è capitato più volte di spiegare che il mancato dimagrimento può anche essere dovuto all’eccessivo consumo di frutta!

TRE MELE = 100 G DI PANE!

Una mela (frutto di composizione intermedia) fornisce circa 90 Kcal, per cui se si consumano tre mele in pi nella giornata, si sono prese le stesse calorie di un etto di pane, o di 80 g di pasta, con la differenza che la sazietà a lungo termine che deriva dai farinacei è nettamente superiore.
Questo, ovviamente vale anche per gli altri tipi di frutta: se consumati in eccesso, possono boicottare la dieta dimagrante! Continua la lettura di Dieta e frutta si, ma con moderazione !

Dieta a base di frutta

Proprio questa mattina, nella rubrica dedicata alla salute del TG2, ho sentito il Prof. Calabrese che sottolineava l’importanza di una corretta alimentazione variata che comprenda, oltre all’acqua, tutti i principi nutritivi: proteine, grassi, carboidrati, vitamine, sali minerali.
Il Professore ha poi evidenziato i rischi di una dieta solo a base di frutta, la cosiddetta dieta alla frutta che spesso viene seguita in questo periodo estivo.

“Solo frutta, dice Il Dott. Calabrese, fa male, come farebbe male mangiare solo carne” e continua dicendo che una dieta di sola frutta apporta un eccesso di zuccheri semplici che potrebbe scatenare un diabete latente (lo zucchero della frutta infatti – il fruttosio – │ un disaccaride).
Questo ovviamente, come avevo gi¢ avuto modo di dire in precedenza, va a sottolineare che la monodieta │ sempre e comunque da evitare e che anche troppa frutta pu￲ far male.
Evidente quindi ribadire l’importanza di una dieta sana, che comprenda anche frutta, ma non solo frutta.
L’organismo ha bisogno di tutte le sostanze e nelle giuste proporzioni: bene quindi la dieta mediterranea ricca di prodotti ortofrutticoli di stagione, carboidrati, pesce e legumi conditi con olio extra vergine di oliva, senza eccedere con carni e formaggi, grassi e zuccheri semplici, ovviamente il tutto abbinato ad una piacevole, moderata e costante attivit¢ fisica

Dieta e uva

In generale per chi sta facendo una dieta o comunque intende dimagrire va tenuto conto che la frutta e’ᄄ ricca di vitamine, sali minerali, acqua, fibra alimentare, soprattutto pectine, e naturalmente zuccheri (fruttosio e saccarosio) in quantita’ variabili da frutto a frutto.

A proposito di calorie, l’uva, come i mandarini, le banane ed i cachi, e’ᄄ un frutto molto zuccherino, avendo 60 Kcal ogni 100 grammi , per cui

una piccola ciocca di circa 130 g equivale ad una mela media di circa 200 g.

La caratteristica struttura dell’uva, a chicchi, facilita il “piluccamento” durante la giornata che puo’ facilmente portare ad un consumo eccessivo.

Quindi anche per chi segue una dieta dimagrante l’uva non e’ un frutto “proibito”: e’ sufficiente consumarla nelle giuste dosi (come del resto ogni altro alimento!).

Il mio consiglio e’ᄄ quello di pesarla, almeno i primi tempi, per rendersi conto dei quantitativi e non cadere nella stasi (o peggio nell’aumento di peso) che spesso verifico nei pazienti nel periodo dell’uva.

Importante inoltre, ancora piu’ che per gli altri tipi di frutta, che l’uva sia lavata accuratamente prima del consumo, perche’ la sua forma a grappolo puo’ far si’ che trattenga sporcizia.