Archivi categoria: dieta mediterranea

Pizza e dieta dimagrante

Pizza e dieta dimagrante  : come ho già  detto in diversi post in dietablog.it, è utile imparare a gestire le varie occasioni sociali, per cui anche una pizza può tranquillamente far parte di una dieta dimagrante.
Ovvio che non si dovrà  mangiare pizza tutti i giorni (ma in generale qualsiasi altro tipo di dieta monotona è  da evitare).

Continua la lettura di Pizza e dieta dimagrante

Dieta mediterranea,Dieta personalizzata,dieta a zona

Una breve presentazione che ho tenuto ad alcune mie colleghe a margine della nota trasmissione “Porta a Porta” condotta da Bruno Vespa e dedicata alle diete.
Considerata la lunghezza della puntata ed il prestigio degli ospiti ci ritorner￲ su questa puntata con un post ad hoc. Per i meno esperti, per scorrere le slides della presentazione cliccate sulle freccine per andare avanti o indietro.

dieta mediterranea personalizzata riporta Ronaldo in forma

Ronaldo di nuovo in forma con una dieta personalizzata perde 5 kg in tre mesi!
Come sottolineava oggi l’articolo pubblicato sul Corriere della Sera:

“Latte, pane tostato con marmellata e una spremuta d’arancia senza zucchero al mattino. A pranzo verdura cruda, carboidrati e ancora spremuta. Dopo l’allenamento frutta fresca e una scaglia di grana. E per finire una cena leggera a base di carne ai ferri o pesce, un contorno di verdure e frutta fresca. Questa la tabella alimentare che Milan Lab – la struttura medica nata per ottimizzare le prestazioni dei calciatori rossoneri – ha studiato ad hoc per consentire a Ronaldo di perdere cinque chili negli ultimi tre mesi.”
Cerchiamo di capire cosa │ stato fatto.
Come sottolinea l’articolo pubblicato oggi sul Corriere anche per rimettere in forma uno sportivo eccezionale come Ronaldo │ stata studiata un’apposita dieta personalizzata, basata sulle indicazioni della dieta mediterranea e sull’importanza del rispetto dei ritmi cronobiologici, vale a dire del rispetto dei ritmi del metabolismo che, solitamente, │ pi alto al mattino e pi basso la sera.

I cardini quindi sono:

-frutta e verdura fresca di stagione, anche gi¢ dalla prima mattina

-buona colazione a base di carboidrati

-riduzione delle quantit¢

-riduzione dei grassi

-ridistribuzione delle calorie introdotte

Quindi alla fine nessun alimento │ proibito io maniera assoluta: dipende tutto da quanto ne mangio, con che frequenza lo mangio e in che momento della giornata lo mangio.

La dieta mediterranea candidata a diventare Patrimonio Culturale dell’Umanità

La dieta mediterranea candidata a diventare Patrimonio dell’Umanita’!:

“(AGI) – Madrid, 26 giu. – La dieta mediterranea Patrimonio dell’Umanita’: il governo spagnolo ha deciso di battersi per l’inserimento del modello alimentare mediterraneo -un mix equilibrato di frutta, verdura, olio d’oliva, pasta, pane, pesce e carni magre, il tutto bagnato dal vino -nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanita’ dell’Unesco.
Lo ha reso noto il ministro spagnolo dell’Agricoltura, Pesca e Alimentazione, Elena Espinosa. I benefici assicurati alla salute e alla qualit¢ della vita dall’alimentazione tipica dei Paesi mediterranei sono testimoniati da innumerevoli studi scientifici, anche d’oltre Atlantico. (AGI)
” Una notizia del genere mi fa particolarmente piacere, specialmente in un periodo che, come questo estivo, vede il proliferare delle diete pi “insolite”:
Diete di ogni genere, che escludono i farinacei o indicano di mangiare solo frutta o solo proteine e cos↓ via.
Ai miei pazienti dico da sempre: “Prima di iniziare un dieta, o pi in generale un cambiamento nelle proprie abitudini, conviene chiedersi se queste nuove potranno essere facilmente portate avanti nel lungo termine”.
Se cos↓ non fosse, spesso si finisce con il recuperare i chili persi, anche con gli interessi.
Ad esempio, se provo a cucinare con meno grassi e vedo che le pietanze sono gradite sia da me che dai miei familiari, ho una buona probabilit¢ di mantenere questa nuova abitudine per sempre, con indubbi benefici, sicuramente duraturi.
Se invece la dieta alla moda mi impone ad esempio di eliminare del tutto o quasi i farinacei, sono destinato non mantenere tale abitudine perch← l’organismo ha le sue leggi che mi impongono una certa quota di carboidrati.
Concludo quindi ribadendo il concetto altre volte presentato: non esistono alimenti proibiti in modo assoluto, dipende tutto da quantit¢, frequenza e momento della giornata in cui lo consumo, ecco perch← tutti i grandi nutrizionisti insistono tanto sul concetto di “dieta personalizzata”.
Ribadito questo diamo ovviamente la preferenza alle salutari scelte della “DIETA MEDITERRANEA” che, spero, diverr¢ patrimonio immateriale dell’Unesco.

La dieta mediterranea ci protegge

Un gruppo di ricercatori e professori universitari di Firenze ha fatto una revisione sistematica degli studi che hanno analizzato la relazione tra l’adozione della dieta mediterranea e l’incidenza e la mortalit¢ᅠ dovuta a malattie croniche .

Gli studi presi in analisi hanno interessato in tutto 1.574.299 soggetti che sono stati seguiti per un tempo minimo di 3 anni e massimo di 18 anni. Questa analisi evidenzia che seguire la dieta mediterranea porta un significativo miglioramento dello stato di salute in generale.

Le statistiche evidenziano una riduzione del 9% dei decessiᅠ totali, del 9% di quelli per malattie cardiovascolari, del 13% dell’incidenza di patologie come Parkinson e Alzheimer e del 6% dell’incidenza di tumori.

Questo risultato, che sembra essere rilevante per la salute pubblica, per prevenire le principali malattie croniche, mi spinger￲ᅠ ancora di pi ad insistere con i miei pazienti affinch│ seguano le indicazioni della dieta mediterranea ! .

Per chi volesse approfondire, il testo integrale dell’articolo, (in inglese) è disponibile online.